Vision

Ci sono molte società di consulenza ICT; vorremmo essere diversi: non vogliamo vendere carta, pensieri lontani dalla realtà che affrontiamo, ma la qualità e l’utilità di quello che aiutiamo a realizzare.
Non vendiamo prodotti, ma strumenti, non offriamo servizi, ma cerchiamo soluzioni.

Non ci bastano i clienti, desideriamo progetti comuni perché raggiungere un obiettivo e verificarne il ritorno sull’investimento va oltre il risultato di bilancio: vuol dire aiutare le aziende a crescere, a cambiare, adattarsi; vuol dire sostenere il tessuto sociale oltre ai dividendi, vuol dire mantenere in salute le realtà economiche in un mondo dove la marginalità si gioca sui costi.

Per noi “gestire progetti” significa comprendere il contesto, condividere gli obiettivi, definire i problemi, eliminare gli ostacoli, misurare i risultati creando la necessaria cultura aziendale ed individuale. Puntiamo a ridurre i costi nascosti della mancanza di governance senza appesantire i processi, i rischi legati alla non conoscenza, ai sistemi IT nascosti nell’ombra di mille piccole “customizzazioni” o file Excel e Access, la cosiddetta shadow-IT.

Privacy, risk analysis, efficienza, efficacia e governance delle funzioni IT sono gli obiettivi.

Diagram by Karn G. Bulsuk (http://www.bulsuk.com)

Mission

Dopo diversi anni di esperienza a contatto con aziende di differenti dimensioni, abbiamo avvertito la difficoltà di tenere il passo per molte di queste con il cambiamento che ci circonda. 

Pensiamo che troppo spesso l’ICT si trovi “sottostaffata” oppure troppo impegnata a rincorrere la quotidianità per poter dare il proprio contributo all’evoluzione dell’azienda e a gestire l’accelerazione a cui è sottoposta.

Le imprese vorrebbero crescere e cambiare con i tempi, ma mancano le figure ponte in grado di interfacciarsi con il mondo esterno e la possibilità di trasferire in azienda il know-how necessario attraverso risorse rare e costose.

Occorre spostare il focus dagli strumenti ai processi e alle persone e uscire dalla logica dell’outsourcing come fattore occasionale o come service esternalizzato di competenze che in azienda mancano.

È indispensabile condividere problemi, idee ed opportunità in un ambito (quello dell’ICT) che presenta molte più similitudini di quante non ne presentino i differenti settori tra loro correlati.

Digital Workplace

Cosa vorrebbe diventare Auridea?

Un competence center, il laboratorio dove sviluppare i progetti, dove confrontarsi con le altre realtà in modo pragmatico, il polmone per trovare il supporto necessario per gestire piccoli e grandi progetti che rimangono troppo spesso nel cassetto.

Un luogo dove far crescere le idee delle aziende con i giusti tools ed il corretto mix di skill ed expertise.

Come? Per raggiungere gli obiettivi servono competenze e strumenti adeguati; pertanto formazione continua e tecnologie flessibili che garantiscano persistenza nel tempo.

Per questo la scelta è ricaduta ad esempio sul Cloud e sul paradigma Microsoft senza farne una bandiera ideologica.

01.
Formazione

La preparazione degli utenti è parte integrante dei nostri obiettivi così come la consapevolezza e la preparazione dei responsabili in azienda

02.
Consulenza

ERP, Migrazioni, Integrazioni verticali, BI e reportistica, CRM …

03.
Temporary management

Gestire il transitorio o garantire un supporto funzionale per gestire governance e processi di integrazione senza soluzione di continuità

04.
Microsoft solutions

SharePoint Online, Teams e il Cloud per rendere più efficiente la gestione dei processi informativi e la collaborazione tra gli utenti

Auridea Srl

P.IVA e CF 04207250244
Capitale sociale 10.000 i.v.

REA VI-387391
Codice univoco di fatturazione USAL8PV

Piazza del Comune, 14 – 36051 Creazzo (VI) – Italy
Tel. + 39 0444 024188 
eMail info@auridea.com

Social network

Seguiteci sui social network per restare aggiornati.